Centro Ricerca Cetacei

Iscriviti alla Newsletter
Home  »   Stage e Tirocini  »   Tesi

Tesi

Lo staff di biologi del Centro è impegnato ormai da 6 anni nell'offrire supporto tecnico e logistico a studenti che decidono di svolgere la propria tesi di laurea.

Il primo passo è la partecipazione allo stage. In tal modo studenti e ricercatori hanno la possibilità di conoscersi e individuare gli argomenti di tesi.

Agli studenti che decidono di svolgere la propria tesi con il Centro sarà richiesto un minimo contributo economico.
I tesisti dovranno partecipare mensilmente a settimane di campagna di ricerca, a bordo dell'imbarcazione a vela o in alloggio a terra.
Il Centro offre un supporto anche per lo svolgimento di tesine.

Le tesi svolte con il Centro Ricerca Cetacei vengono successivamente pubblicate
e inserite nel progetto DOC.

ALCUNE DELLE TESI SVOLTE:
 

Candidato: Tercon M.
STUDIO DELLA POPOLAZIONE DI TURSIOPI DELL'AREA ELBA NEL PERIODO 2005-2009 E PROPOSTE PER LA REALIZZAZIONE DI UN PROGRAMMA DI GESTIONE DATI
. (Università di Trieste - Laureanda Miriam Tercon)
Si è studiato l'andamento della popolazione dell'area Elba nel periodo indicato, la composizione dei gruppi, lo sfruttamento dell'habitat e il numero degli spiaggiamenti. In conclusione si è proposta la realizzazione di un programma di gestione dei dati che agevoli l'inserimento, l'analisi, la correzione e la fruizione.


 spiaggiamenti

Candidato: Origgi M. VOTAZIONE 110
“STUDIO DELLO STATUS DELLA POPOLAZIONE DI TURSIOPI DELL’AREA ELBA: COMPOSIZIONE DEI GRUPPI, COMPORTAMENTO, DISTRIBUZIONE IN CORRELAZIONI CON LE ATTIVITà ANTROPICHE PRESENTI” La costa toscana e nello specifico il Parco Nazionale dell’Arcipelago Toscano rientra nell’areale di distribuzione del Tursiope. I Cetacei costieri risultano essere i maggiormente esposti all’ interazione con le attività umane; nello specifico lungo le coste della penisola italiana la specie più soggetta a queste interazioni è il Tursiope (Tursiops truncatus), (Evans et al. 1992; Lütkebohole 1996; Liret 2001). Fra le attività umane che maggiormente influiscono sul comportamento del  Tursiope la pesca professionale, il traffico nautico da diporto e il traffico navale.
Atti Università di Torino 2008

 

 pesca Candidato: Rota S. VOTAZIONE 110 e Lode
"ANALISI DELLE INTERAZIONI TRA L’ATTIVITA’ DI PESCA E IL TURSIOPE (TURSIOPS TRUNCATUS) NEL PARCO NAZIONALE DELL’ARCIPELAGO TOSCANO E CONSEGUENTI PROPOSTA DI CONSERVAZIONE DELLA SPECIE" La costa toscana e nello specifico il Parco Nazionale dell’Arcipelago Toscano rientra nell’areale di distribuzione del Tursiope. I Cetacei costieri risultano essere i maggiormente esposti all’ interazione con le attività umane; nello specifico lungo le coste della penisola italiana la specie più soggetta a queste interazioni è il Tursiope (Tursiops truncatus), (Evans et al. 1992; Lütkebohole 1996; Liret 2001). Fra le minacce riscontrate vi è quella della pesca. 
Atti Università di Pisa 2007


 
 Candidato: Garau S. VOTAZIONE 110
"WHALE-WATCHING: UNA NUOVA FORMA DI ECOTURISMO PER LA TUTELA E LA CONSERVAZIONE DELLA POPOLAZIONE DI CETACEI DEL MEDITERRANEO. L’ESEMPIO DEL PARCO NAZIONALE DELL’ARCIPELAGO TOSCANO" Nel bacino del Mediterraneo si sta sviluppando, negli ultimi anni, un incremento dell’interesse nei confronti dei Cetacei da parte del grande pubblico. L’attività di osservazione in mare rappresenta, per adulti e bambini, uno strumento educativo attraverso il quale si accresce la conoscenza del mondo marino, delle creature che lo abitano e la consapevolezza di quanto sia importante conservare il loro habitat, offrendo quindi l’opportunità di creare una forte sensibilizzazione.
Atti Università di Trieste 2008

bioacustica

Candidato: Veneruso C. VOTAZIONE 110
"I SEGNALI A BASSA FREQUENZA UTILIZZATI DAL TURSIOPE (TURSIOPS TRUNCATUS) NEL RAPPORTO MADRE-FIGLIO: CONFRONTO TRA INDIVIDUI IN AMBIENTE CONTROLLATO E IN AMBIENTE NATURALE" Analisi e confronto di alcune vocalizzazioni di individui di Tursiops truncatus (Montagu, 1821), in ambiente naturale e in ambiente controllato.  Confronto tra i due gruppi a livello generale con la differenziazione tra il gruppo di femmine in ambiente controllato da quello in ambiente naturale.Verifica di differenze significative tra determinati comportamenti acustici (scelti a priori) dei due gruppi. Confronto, più specifico per ciascuno dei comportamenti proposti.
Atti Università di Padova 2008 

 

 spiaggiamentiCandidato: Zora A. VOTAZIONE 110
"ANALISI DEGLI SPIAGGIAMENTI AVVENUTI LUNGO LE COSTE ITALIANE NELL’ULTIMO DECENNIO: LE SPECIE, LE ZONE E LE CAUSE PRINCIPALI. L’ESEMPIO DEL PARCO NAZIONALE DELL’ARCIPELAGO TOSCANO" Le coste italiane rientrano nell’areale di distribuzione di molte specie di Cetacei. Varie sono le minacce che hanno condotto negli ultimi anni ad un incremento dei fenomeni di spiaggiamento. La presente ricerca si pone l’obiettivo di analizzare l’iandamento degli spiaggiamenti e le maggiori cause di decesso.
Atti Università di Bologna 2007

Carrello (0) 

Antifouling Coppercoat
© 2003-2017  Centro Ricerca Cetacei  |  P.IVA 04638680969   |  Informativa sulla privacy